Era il 5 maggio 1965. Nella stanza di un hotel il chitarrista dei Rolling Stones Keith Richards sviene letteralmente dopo un concerto e una festa trascinante. Prima di addormentarsi ha in mano la sua chitarra. Accende il registratore portatile e comincia a suonare. Ma di colpo sprofonda nel sonno. Quando la mattina seguente riascolta il … [ Continua a leggere ]