Non ce ne vogliano gli altri protagonisti, alcune importanti novità per altrettanto grandi ritorni, ma quest’anno la scena dell’imminente nuova edizione di Umbria Jazz Winter è la sua. Di Joao Gilberto, il poeta maledetto della bossa nova, l’Arthur Rimbaud di Bahia. Se c’è una musica che ti scuote, ti culla, e ti aliena al tempo … [ Continua a leggere ]

Ha studiato saxofono alto e soprano ad Orvieto con Mauro Verrone. Ha partecipato ad incontri-seminari con Massimo Urbani e Tony Formichella. E’ cresciuto nell’ambito jazzistico di Perugia, città in cui ha potuto anche approfondire aspetti della musica cubana, brasiliana, senegalese e magrebina. Ma di professione non fa il musicista, fa il cardiologo. E’ così per … [ Continua a leggere ]

“Carpe diem, cogli l’attimo”. Per carità io sono d’accordo, Orazio aveva ragione: bisogna cogliere la rosa quando è il momento, ma non esageriamo. Giusto vivere giorno per giorno ma è importante anche fare progetti”. La citazione potrebbe sembrare del tutto normale se a pronunciarla fosse un ventenne. In realtà ad averla detta, giusto pochi giorni … [ Continua a leggere ]

Nei negozi di dischi c’è il cd di un cantante, palermitano di nascita ma orvietano d’adozione. E’ Carmelo Pagano, 61 anni, un passato musicale alle spalle di tutto rispetto. Poi una lunga pausa. Ora di nuovo sulla breccia. Un disco e un’esibizione recente al Teatro Mancinelli di Orvieto. Voce intensa e profonda. Italiana “old style” … [ Continua a leggere ]

Fai partire il disco e ti ritrovi avvolto in atmosfere delicate di un jazz limpido e sobrio. Musica che è figlia di una sensibile intelligenza artistica, tra momenti riflessivi ed episodi grintosi e vivaci. Questo è “Donne al terzo piano”, il disco del Gulliver Trio. Piero Di Salvo al pianoforte, Graziano Brufani al contrabbasso e … [ Continua a leggere ]

Sono juventino. Tifoso di vecchia data. Non accanito ma fedele. Non di nascita, semmai di estrazione. Da quando mio padre estraeva dal cassetto la foto del suo idolo Paolo Rossi, trasferitosi alla “vecchia signora” dopo la militanza nel Perugia e nel Lanerossi Vicenza. Il calcio è una passione, non una fede. Ci si lega ad … [ Continua a leggere ]

E dodici. L’edizione invernale di Umbria Jazz si appresta ad iniziare. Ma non è una “sporca dozzina”, parafrasando un celebre film con Charles Bronson: il bilancio del principale evento culturale di Orvieto, almeno per quanto riguarda la qualità della musica, è sicuramente in attivo. Dispiacerà ai consueti detrattori che ogni anno sostengono sia l’ultimo… In … [ Continua a leggere ]

Con il trentennale festeggiato lo scorso anno il festival di Umbria Jazz è cambiato. La rassegna che negli anni precedenti si era timidamente aperta ad ospitare generi più o meno distanti dal jazz tradizionale (insospettendo gli ortodossi) conferma quest’anno che la formula si è rinnovata. Totalmente. Prepotentemente. All’insegna delle contaminazioni più audaci. Due festival in … [ Continua a leggere ]

Umbria Jazz è alle porte. E quest’anno entra in una nuova era. Per tre ragioni essenziali. La prima: per l’ultimo anno la manifestazione si svolge sotto il mandato Cimicchi e questo, secondo il direttore artistico di Umbria Jazz, mette una ipoteca incerta sul futuro. La seconda: la rassegna musicale 2003/2004 è l’undicesima e quindi apre … [ Continua a leggere ]

Il Jazz ha inizio. Quando saremo in edicola, la decima edizione di Umbria Jazz Winter sarà alle porte. Orvieto nei giorni di Umbria Jazz cambia. Muta l’atmosfera, non solo perché Umbria Jazz si svolge durante le feste natalizie ma perché, l’evento stesso, i musicisti, gli appassionati di questo genere che si prenotano con 3 o … [ Continua a leggere ]